Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il lungo giorno del Natale del Signore!

Il lungo giorno del Natale del Signore!

Natale 2012

I pastori si affrettavano.

I pastori si affrettavano. Una santa curiosità e una santa gioia li spingevano. Tra noi forse accade molto raramente che ci affrettiamo per le cose di Dio. Oggi Dio non fa parte delle realtà urgenti. Le cose di Dio, così pensiamo e diciamo, possono aspettare. Eppure Egli è la realtà più importante, l’Unico che, in ultima analisi, è veramente importante. Perché non dovremmo essere presi anche noi dalla curiosità di vedere più da vicino e di conoscere ciò che Dio ci ha detto? Preghiamolo affinché la santa curiosità e la santa gioia dei pastori tocchino in quest’ora anche noi, e andiamo quindi con gioia di là, a Betlemme – verso il Signore che anche oggi viene nuovamente verso di noi. Amen. (Omilia di Benedetto XVI – Natale 2012)

_______________________________________________________________________________________________________________

26.12.2012

Auguri scomodi

Non farei il mio dovere se vi dicessi “Buon Natale” senza darvi disturbo. Io invece vi voglio infastidire. Non posso sopportare l’idea di dover rivolgere auguri innocui, formali, imposti dalla ‘routine’ di calendario. Mi lusinga, addirittura, l’ipotesi che qualcuno li respinga al mittente come indesiderati. Tanti auguri scomodi, allora! Gesù che nasce per amore vi dia la nausea di una vita egoista, assurda, senza spinte verticali. E vi conceda la forza di inventarvi un’esistenza carica di donazione, di preghiera, di silenzio e di coraggio.

Il Bambino che dorme nella paglia vi tolga il sonno e faccia sentire il guanciale del vostro letto duro come un macigno, finché non avrete dato ospitalità ad uno sfrattato, ad uno straniero, ad un povero di passaggio. Dio che diventa uomo vi faccia sentire dei vermi ogni volta che la carriera diventa idolo della vostra vita; il sorpasso, il progetto dei vostri giorni; la schiena del prossimo, strumento delle vostre scalate.

Maria che trova solo nello sterco degli animali la culla dove deporre con tenerezza il frutto del suo grembo, vi costringa con i suoi occhi feriti a sospendere lo struggimento di tutte le nenie natalizie finché la vostra coscienza ipocrita accetterà che lo sterco degli uomini, o il bidone della spazzatura, o l’inceneritore di una clinica diventino la tomba senza croce di una vita soppressa. Giuseppe che nell’affronto di mille porte chiuse è il simbolo di tutte le delusioni paterne, disturbi le sbornie dei vostri cenoni, rimproveri i tepori delle tombolate, provochi cortocircuiti allo spreco delle vostre luminarie, fino a quando non vi lascerete mettere in crisi dalla sofferenza di tanti genitori che versano lacrime segrete con i loro figli senza fortuna, senza salute, senza lavoro.

Gli angeli che annunziano la pace portino guerra alla vostra sonnolenta tranquillità incapace di vedere che, poco più lontano di una spanna con l’aggravante del vostro complice silenzio ,si consumano ingiustizie, si sfrutta la gente, si fabbricano armi, si militarizza la terra degli umili, si condannano popoli allo sterminio per fame.

I poveri che accorrono alla grotta, mentre i potenti tramano nella oscurità e la città dorme nell’ indifferenza, vi facciano capire che, se anche voi volete vedere ‘una gran luce’ dovete partire dagli ultimi. (Don Tonino Bello)

FP quotidiana – Daily

_______________________________________________________________________________________________________________

27.12.2012

Natale per tutti

Il Natale è ormai una festa non riservata ai cristiani ma carica di una valenza antropologica. I valori della quotidianità, del tessuto della vita, le relazioni umane, l’amicizia, l’amore, la fraternità sono ormai legati a questo giorno al punto che anche là dove vi è contrapposizione tra credenti e non credenti, la festa rimane tale per tutti: magari, invece di “Buon Natale!” i non credenti si augurano un più generico “Buone Feste!”, ma il clima dell’incontro, della gioia, dell’intimità è da tutti condiviso. Il Natale è un’autentica occasione per riaccendere una speranza che riguarda l’umanità intera: in questo senso tutti noi sappiamo benissimo “cos’è” il Natale. (Enzo Bianchi)

______________________________________________________________________________________________________________

FP quotidiana – Daily

28.12.2012

Chi oserà sparargli contro?

Se un giorno fra le trincee fosse passato un bambino, chi avrebbe osato sparare? Tra le trincee costruite dalla nostra cattiveria è passato e passa, non soltanto nel giorno di Natale, Gesù, che ha il volto , gli occhi, la grazia incantevole dei nostri bambini. Chi oserà sparargli contro? (Don Primo Mazzolari, Natale 1931)

______________________________________________________________________________________________________________

29.12.2012

Como podria yo soportar no ser Dios?

El deseo de valer se engrandeció, hasta una especie de desmedida, en el grito de Nietzsche: “Si hubiera dioses, ¿cómo podría yo soportar no ser Dios?” Hasta allá, como en el mito de Prometeo, hasta allá quiere ir el hombre; no soporta que haya dioses si él mismo no lo es... Y ante este llamado del hombre, ante todo ese movimiento instintivo interior, ante el deseo de valer, ante el evangelio que pretende divinizar al hombre, ¿cuál es la respuesta de Jesús? Él nos trae el misterio de Navidad. Algo inesperado y maravilloso que se expresa bajo la pluma de los Padres de la Iglesia y que san Agustín condensa en una frase de infinita plenitud: “Dios se hizo Hombre para que el hombre se hiciera dios”. ¡Qué patético es ver que finalmente todo a lo que el mundo aspira, todo lo concede Cristo!... Y por eso, la moral de Jesús es: “Amigo mío, ¡sube más arriba!” (Lc. 14,10). Dios se hizo Hombre para que el hombre se hiciera dios... (Maurice Zundel)

_______________________________________________________________________________________________________________

30.12.2012

Natale, stato di mente

Il Natale non è un periodo o una stagionalità, ma uno stato della mente. Deve portare tra la gente pace e buoni propositi. Essere pieni di misericordia significa avere il vero spirito natalizio. Se pensiamo a queste cose, dentro di noi rinascerà il Salvatore e su di noi brillerà il raggio di una stella che porterà un barlume di speranza per il mondo. (Calvin Coolidge)

_______________________________________________________________________________________________________________

31.12.2012

Farsi amico il tempo

Una vita che ha sapore, una vita sapiente è una vita che ha saputo farsi amico il tempo. Il tempo di ogni giorno, il tempo di tutta una vita diventa tempo abitato da una Presenza. (Fr. Zeno)

FP quotidiana – Daily

_______________________________________________________________________________________________________________

New Year 2013

Time is short

There is no time to waste. Every day is important; every single day. There is no afterlife in my worldview. This is it. Any loving will have to be done now. Any reconciliation will have to be done now. Any time spent with those I love will have to be spent here in this life, now. Any learning, self-development, plans to reach my full potential will have to be done or at least started now. In short, any living I plan on doing has to be done here, now, in this life, on this world, in my body. I must take whatever baby steps need to be taken now, even if the path forward seems completely and hopelessly impossible. I want no regrets at the end of my days – mistakes, yes, plenty of them – regrets, zero. There is no tomorrow. (Ojo Taylor)

FP quotidiana – Daily
Tag(s) : #Italiano;FP al gusto dei giorni - Daily;

Condividi post

Repost 0